Un tabernacolo da salvare

Il tabernacolo dell'Arcolaio è il filo conduttore ed il pensiero costante mio e di Maria Cristina. Adesso è giunto il momento di rimboccarsi le maniche per salvare questo tesoro. In entrambi i nostri gruppi di quartiere ovvero Noi di Campo di Marte e Sei di Coverciano se..., abbiamo parlato molto della storia di questo grande... Continue Reading →

Breve storia del Circolino

Il circolino, come gli abitanti di Coverciano amano chiamarlo, è diventato negli anni un luogo di aggregazione e scambio. Noi, a Coverciano, lo abbiamo sempre chiamato il circolino. Quando mi sono trasferita a Coverciano, nel 1962, l'Andreoni rappresentava la via di demarcazione fra le case e il nulla, fra la via asfaltata e i campi... Continue Reading →

Per Paolo, da tutta la nostra comunità

Far parte di una comunità, reale o virtuale che sia, vuol dire tanto. Vuol dire molto. Significa avere empatia. Mettersi nei panni dell'altro. Sentire la sua gioia, sentire il suo dolore. Sono sentimenti che fanno parte del nostro quotidiano e le esperienze che ogni giorno affrontiamo ci mettono anche davanti ad un bivio. La condivisione di... Continue Reading →

Emozioni simmetriche a distanza

Nessuno lo ha pensato, nessuno lo ha programmato è nato tutto spontaneamente e in fretta come un fungo dopo una giornata di pioggia. Sono comodamente seduta sul divano di casa quando sento la notifica messaggio su, WhatsApp leggo: "Noooo!". Non mi serve molta fantasia per capire quell’apparente sibillino commento, Simeone si è appena mangiato un... Continue Reading →

Il teatro 13, perla déco del Campo di Marte

Al Campo di Marte, precisamente in via Nicolodi, nella sede dell'Istituto italiano Ciechi, c'è un piccolo teatro chiamato Teatro 13. La denominazione deriva dal quartiere di appartenenza ovvero il 13, tutto ciò prima che i quartieri fiorentini diventassero 14 (salvo poi essere accorpati). Entrando in questo teatro non si può fare a meno di esclamare:... Continue Reading →

San Salvi e gli spedali dei Matterelli

Prima di tracciare una breve storia dell'ospedale psichiatrico di San Salvi, occorre conoscere ciò che accadeva prima, soprattutto nella nostra città, come erano curati (è un eufemismo) coloro che mostravano segni evidenti di alienazione mentale. I primi farmaci specifici giungono in Italia solo nel 1950. Prima di quella data i matterelli venivano curati con salassi,... Continue Reading →

L’Istituto dei Ciechi

Per molto tempo alla cecità si accompagnava una condizione di marginalità e di esclusione dal mercato del lavoro. Ma non sarà sempre così e proprio a Firenze inizierà il cambiamento. L'Unione Italiana Ciechi Il 26 ottobre del 1920, a Genova, viene fondata l'Unione Italiana Ciechi. Esistevano già comitati impegnati a favore dei non vedenti come... Continue Reading →

Quando Antognoni…si fece male

Quel giorno allo stadio quando il cuore di Antognoni si fermò per trenta interminabili secondi. La domenica a pranzo eravamo sempre da mia mamma. Prima ad acquistare le paste o dal Villani o dal Buscioni, poi col pacchettino ben confezionato e regolare fiocchettino rosso, via a casa della mamma.Già, il fiocchettino rosso! Solo a Firenze,... Continue Reading →

Il Campo di Marte visto da un grande storico fiorentino

Guido Carocci (Firenze, 16 settembre 1851 – Firenze, 20 settembre 1916), storico e letterato, ha ricoperto nel tempo ruoli di altissimo livello nell'Amministrazione delle Belle Arti; è stato una delle figure più significative impegnando gran parte della sua vita nella catalogazione e salvaguardia delle opere d'arte fiorentine e toscane. Nel 1875 Carocci pubblica I contorni... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑