Fiorentina-Varese

Un ricordo della partita di Francesco Franz Corsini

Domenica 18 maggio 1969, al Comunale (non ancora Franchi), si gioca l’ultima partita di un campionato che la Fiorentina ha matematicamente conquistato la settimana prima vincendo a Torino contro la Juventus. Scusate, lo ripeto, perché pare un sogno: la Fiorentina ha vinto lo scudetto battendo la Juve fuori casa nella partita decisiva. Altri tempi.Insomma, contro il Varese è una formalità, una passerella di fronte allo stadio stracolmo. Merlo, Chiarugi, Amarildo, 3 – 0. Poi al novantesimo Golin segna il gol della bandiera a Bandoni, subentrato a Superchi nel secondo tempo per la sua unica presenza di quel campionato, impegnato a tenere a bada i tifosi già assiepati dietro la sua porta pronti per l’invasione di campo.Di quella partita ho un ricordo indelebile: non so perché, e ancora oggi mi pare incredibile sia successo, ma quel giorno allo stadio andai… con la mia mamma, pia donna timorata d’Iddio (come sia potuto venir fuori un figliolo degenrato mangiapreti come me è un mistero, ma lasciamo stare). Davanti a noi alcuni tifosi, incuranti della partita, sventolavano incessantemente una bandiera viola, che ovviamente impediva la visuale a tutti quelli dietro. A un certo punto, dopo mille discussioni, si alzò una voce: OHHHH!!! METTETEVELA SOTT’AICCULO CODESTA BANDIERA!Al che mia mamma, con mio sommo stupore, scoppiò a ridere a crepapelle. E a battere le mani, e a commentare con gli altri, e a ridere ancora.E racconterà l’episodio a parenti e amici anche nei giorni successivi, sempre goliardica e divertita, mentre io mi domandavo come fosse possibile ridere per quella che ai miei orecchi era una parolaccia bela e buona, roba da andare a confessarsi da don Serafino!Credo che quella fu la prima volta che presi coscienza che mia mamma, una specie di versione terrena della Madonna, l’angelo che mi spalmava il petto di Vicks Vaporub, la voce che mi leggeva Pinocchio, era prima di ogni altra cosa… una donna.

Foto da Google.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: