Pensieri e ringraziamenti

La mia vita nasce e si espande al Campo di Marte…

Fatta di momenti belli, di momenti da dimenticare e da ricordi da portare avanti.

E questi ricordi me li porto sulle spalle come un peso, a volte leggero ed a volte pesante come un fardello.

Il mio Gruppo Facebook Noi di Campo di Marte è il motivo per cui scrivo questo articolo.

Lo scrivo per ringraziarli tutti…per abbracciarli seppur virtualmente per quello che hanno fatto per me.

Quando i ladri sono entrati in casa mia ho scritto un post nel mio gruppo e li ho informati….era uno sfogo….un momento di disperazione da condividere con loro per sentirmi meno sola.

Perchè questo succede quando degli estranei entrano in casa tua. Ti senti in preda ad ogni sentimento possibile, vulnerabile, come se ti mancasse la terra sotto ai piedi.

Ed io così mi sento da due settimane a questa parte. Mi sento sull’orlo di un precipizio…mi sento triste…mi sento un pesce fuor d’acqua.

Rialzarsi è l’unica cosa che devo fare. Per me stessa, per la mia famiglia.

Non è facile. E’ per questo che ho deciso di scrivere quello che è il mio stato d’animo attuale. Perchè non è successo solo a me e perché tanti hanno passato quello che sto passando io.

Alterno momenti di calma apparente a momenti in cui sono arrabbiata con il mondo intero…

Momenti in cui vorrei scomparire per poi pensare che no, non posso farlo perché ho un bambino meraviglioso ed un marito che lo è ancora di più.

La sensazione di essere vulnerabile. La consapevolezza che la mia casa lo è al pari di me. La certezza che niente sarà più come prima perché tutto cambia….anche il modo che ognuno di noi ha nel vedere le cose.

Scrivo questo articolo per ringraziare tutte le persone che si sono preoccupate per me e continuano a farlo. Grazie di esistere….grazie di cuore.

Scrivo questo articolo per far capire che ci vorrà del tempo perché ritorni ad essere la persona che ero prima, e forse non lo sarò più.

Spero e confido nella pazienza di chi mi segue nel capire la situazione e nel capire me…

Non sono né la prima né l’ultima.

Ma posso essere una spalla per chi ha passato o passerà quello che ho passato io.

Esaurimento, tristezza….Chiamatelo come vi pare…Non si è più gli stessi ma si ritorna…

Più forti di prima…con calma e pazienza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: