Il Tabernacolo di via delle Centostelle

Maria Cristina ci parla di un gioiello del Campo di Marte.

Fino al 1957 proprio sull’ultima casa di via delle Cento Stelle era posizionato un tabernacolo.

L’mmagine sacra ivi contenuta era un affresco quasi invisibile tanto era stato consumato dalle intemperie e dal tempo. Quell’edicola era stata edificata ai margini della via Cassia Vetus ovvero quella che proveniva da Arezzo ed entrava nel territorio fiorentino toccando Terenzano, Settignano e Ponte a Mensola.

Essa proseguiva per Coverciano per poi giungere alla millenaria chiesa di San Gervasio, oltre, attraversava la piana delle Cure per arrivare all’attuale Ponte di Rifredi raggiungendo prima Quinto e poi Sesto.

Il tabernacolo era proprio lungo questa via e sorgeva nel tratto dell’attuale via delle Cento Stelle. Pareva un guardiano posto nelle vicinanze di un ponticello che attraversava il torrente Affrico.

La Sovrintendenza alle Galleria , dopo attenta valutazione, riconobbe nel dipinto che quasi non si vedeva più, un’opera degna di interesse artistico e quindi ne decise il distacco.

Lo studio dell’affresco rivelò che, presumibilmente alla fine del 1400, un artista ignoto aveva ritratto la Madonna col Bambino in atto benedicente che teneva in mano un uccellino. Nel dipinto erano rappresentati anche San Giovanni Battista ed un altro Santo che non fu possibile identificare.

L’autore del dipinto, conclusero gli esperti, doveva essere vicino al’arte di Lorenzo di Bicci ( 1373-1452).

Vennero notate molte somiglianze con il vicino Madonnone con il quale si legavano le poche parti rimaste dell’affresco. Per la decorazione del cielo stellato venne chiamato “ Il tabernacolo delle Cento Stelle” dando così il nome alla via. Alcuni storici dell’arte hanno avanzato l’ipotesi che il dipinto fosse opera di Stefano d’Antonio di Vanni (1407-1483) al quale sarebbe stato commissionato dalla famiglia “Delle Stelle” proprietaria di vasti terreni nella zona, famiglia poi estintasi.

Il tabernacolo venne restaurato nel 1957.

Si trova adesso in via delle Centostelle al civico 204.

L’affresco misura cm185x 115c.a e raffigura una Madonna col Bambino e Santi. Opera di ignoto della fine del XV secolo.

Maria Cristina Calamai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: