Cercasi titolari per una rosa ristretta

La Viola perde con la Lazio una partita che si sapeva difficile ma che poteva anche essere pareggiata. Se solo la Fiorentina avesse una panchina all’altezza dei titolari. Al di là degli errori arbitrali (c’era il fallo di Lukaku su Sottil sul gol di Immobile ma c’era anche un rigore su Lazzari per uno spintone di Caceres) resta il problema di una rosa, quella della Fiorentina, corta e con poca qualità. Tra l’altro la Viola aveva anche il vantaggio di non aver giocato giovedi in Coppa. Vantaggio teorico, visto come è finita la partita. Montella è stato accusato di non aver messo Vlahovic al posto di Boateng quando è uscito Ribery. Secondo noi poco sarebbe successo. Nessuno dei due era in grado di cambiare marcia alla partita e probabilmente Montella ha visto il centrocampo in sofferenza e ha pensato che Boateng potesse assicurare maggiore copertura. Semmai il problema è stata la sotituzione di Lirola, visto che Sottil ha sofferto la fisicità del neo entrato Lukaku (Inzaghi forse non è molto simpatico ma è un ottimo allenatore. E poi ha un sacco di possibili titolari) dimostrando che, per adesso, non è in grado di assicurare una tenuta difensiva all’altezza di quella offensiva. In poche parole, Sottil non può fare l’esterno in una difesa a tre, almeno per ora e con squadre come la Lazio. Ma il ragazzo si farà, ne siamo certi. Anche Caceres (uscito per infortunio. Speriamo bene non sia usura da età) non è stato sostituito al meglio. Si pensava a Ceccherini, è entrato Ranieri che prima ha tirato un calcione in faccia a un avversario, poi ha provocato il rigore (parato da Dragowski). Risultato, un’espulsione che, con ogni probabilità, costringerà Montella a mettere a Sassuolo il ripudiato Ceccherini (se non cambierà modulo). Riassumendo, la Fiorentina non ha giocato male ma ha dimostrato di essere inferiore alla Lazio. Soprattutto per l’impossibilità di utilizzare schemi di gioco che esulino dalla presenza di Chiesa e Ribery (non per niente il gol del provvisorio uno a uno è venuto da uno scambio fra i due). Il francese non è in grado, probabilmente, di giocare tutte le gare. Avrebbe dovuto essere l’uomo in più, quello che risolve le partite quando gli altri sono stanchi. Invece è diventato titolare quasi inamovibile soprattutto per mancanza di alternative all’altezza. Comprensibile la sua voglia di giocare sempre ma Montella non lo vuole sfinire. E il tecnico è lui. Peccato che Ribery si sia fatto prendere dal nervosismo per la sostituzione. Lo spintone al guardalinee alla fine potrebbe costargli caro. La partita di domenica ha confermato la bravura di Dragowski. Unico neo dovrebbe migliorare i rinvii, troppo spesso sbilenchi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: