La mia scuola

Ricordi e pensieri di una “insegnante storica”della Scuola Media Dino Compagni . La Professoressa Tosca Terzani Penco

LA DINO COMPAGNI: LA MIA SCUOLA

Si, la posso definire proprio la mia scuola; qualcuno mi ha definito “professoressa storica” perché vi ho insegnato lettere per ben 25 anni fino al settembre del ‘95, quando andai in pensione, raggiunti i 60 anni di età e i 40 anni di lavoro tra i ragazzi.

E’ stata poi, la scuola frequentata dai miei tre figli e da tre dei miei cinque nipoti. Dopo avere insegnato per diversi anni in alcuni istituti tecnici in tutta la provincia, riuscii a essere trasferita alla Dino compagni. Questo fu per me una gran gioia perché ero vicina a casa, ai miei figli specialmente quando erano piccoli. Non era considerata una bella scuola, ma a me piaceva tanto perché luminosa e dalle finestre delle aule si vedevano alberi e non palazzi come nelle scuole del centro!

Inoltre aveva una gran “bella fama” e quando i ragazzi andavano alle scuole superiori erano considerati dagli insegnanti ben preparati, perché venivano dalla Dino Compagni, una scuola dove si studiava veramente.

Io, per esempio, proprio poco tempo fa, mi sono sentita dire da un ex alunno, che ero “severa, ma buona “, questa definizione, adesso che ripenso ai tanti anni di insegnamento, è proprio vera.

Riconosco che facevo studiare tanto, proprio tanto, i miei studenti e finché non raggiungevano la sufficienza non ero soddisfatta e continuavo a interrogarli, però erano i miei ragazzi”, ero molto affezionata e volevo loro veramente molto bene!

Tra colleghi andavamo tutti molto d’accordo, il Preside poi, il caro Prof. Dasmi, era un amico, un padre per tutti, sempre pronto a collaborare con noi e ad aiutarci!

In una parola, gli anni più belli e più sereni della mia carriera d’insegnante li ho trascorsi alla Dino Compagni, sia alla sede, sia alla succursale di via Cocchi, dove essendo in pochi, insegnanti e custodi eravamo come una vera famiglia.

Ora la Dino Compagni, dopo diversi anni di lavori è finita e si presenta come una scuola moderna, bella, veramente la più bella di Firenze, tuttavia il mio pensiero e il mio affetto va sempre alla mia vecchia scuola, un grigio prefabbricato dove il bello e il buono era rappresentato dall’impregno delle persone che lo abitavano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: