Un punto per ricominciare

di Duccio Magnelli

Fiorentina-Genoa è stata una partita virtuale. I giocatori in campo sembravano paralizzati dalla paura di fare una delle cose che notoriamente si fanno su un campo di calcio. Tipo tirare in porta, per esempio. Il risultato di Inter-Empoli ha influenzato in modo quasi ossessivo l’andamento del gioco. Nessuno fra i giocatori in campo ha osato prendere una minima iniziativa, terrorizzato, probabilmente, dalla possibile reazione dell’avversario. Insomma, meglio non destare il cane che dorme. Se poi i cani che dormono sono due… dispiace per chi ha pagato anche solo un euro per vedere uno spettacolo del genere. Ma era prevedibile.

Detto questo, e detto che la Fiorentina è scampata faticosamente alla B, siamo felici del fatto che i nostri “eroi” in maglia viola non abbiano osato esultare per la salvezza avvenuta. Sono usciti, come logico, a testa bassa, forse un po’ vergognandosi di quello che avevano combinato. Molti di loro, per fortuna, non saranno di scena al Franchi nella prossima stagione. Andranno a fare danni da un’altra parte, e questa è già una possibile interessante notizia per il futuro. Come è una notizia per il futuro quella della convocazione di un consiglio d’amministrazione straordinario in società. Probabile che si parli di cessione, anche perché, a questo punto, non sappiamo con quale coraggio i Della Valle potrebbero continuare a tenere in mano la Fiorentina, visto il clima che si respira in città. La vendita sembra ormai cosa fatta. Ci sarebbe anche il compratore, tale Rocco Commisso di Marina di Gioiosa Ionica, uno dei tanti italo-americani arricchitisi in modo spropositato sulla scia dell’American Dream. Il suo patrimonio è stimato in 4,8 miliardi di dollari. È logico che leggendo queste cifre la Firenze calcistica sia già andata in fibrillazione e stia organizzando il domani. Un calcio all’autogestione, al monte ingaggi, ai prestiti onerosi, veri fantasmi che hanno sconvolto i sogni dei tifosi gigliati per troppo tempo.

La sensazione, adesso, è che se la nuova proprietà arriverà, nessuno si salverà dall’epurazione. Solo Antognoni rimarrà, anche perché mandarlo via sarebbe una mossa assolutamente impopolare. Anche Montella, secondo noi, rischia grosso. Probabilmente, rimarrebbe anche Chiesa. E forse anche Gerson…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: