Breve storia del Circolino

Il circolino, come gli abitanti di Coverciano amano chiamarlo, è diventato negli anni un luogo di aggregazione e scambio.

Noi, a Coverciano, lo abbiamo sempre chiamato il circolino. Quando mi sono trasferita a Coverciano, nel 1962, l’Andreoni rappresentava la via di demarcazione fra le case e il nulla, fra la via asfaltata e i campi perché oltre non c’erano abitazioni (tranne la mia), non c”erano negozi, solo una gran distesa verde.

Alla fine dell’800 Coverciano era una zona periferica estesa ai piedi di Maiano e compresa fra i torrenti Affrico e Mensola. Le attività lavorative erano per lo più agricole, campi coltivati e orti, case coloniche qua e là. Le donne lavoravano a domicilio lana e paglia. Col tempo si svilupparono anche alcune attività: in via del Guarlone una officina meccanica, due mulini e una conceria. Con la progressiva crescita di lavori non solo agricoli, crebbe anche la presenza di operai, artigiani che pur mantenendo l’abitazione nella zona, si spostavano nella vicina città. Questi lavori, comunque, erano soggetti ad una certa precarietà e la probabilità di perdere il lavoro era sempre in agguato con conseguente difficoltà a tirare avanti non esclusa la povertà e in alcuni casi anche la fame.

Furono proprio queste le principali motivazioni che videro la nascita dell’ associazionismo il cui scopo era quello di venire incontro ai soci in difficoltà attraverso l’acquisto di prodotti al minor costo possibile dando vita alle Cooperative di consumo e alle Società di Mutuo soccorso nel caso di malattie o difficoltà economiche.

Le Società di Mutuo soccorso erano anche luoghi d’incontro e di istruzione. Si affermarono anche nel nostro territorio le università popolari con lo scopo di fare avvicinare alla cultura tutti i ceti sociali, specialmente quelli più emarginati. Il volontariato era l’unica risorsa a disposizione e non mancò mai.

Nei primi anni del ‘900 si affermarono le le case del popolo, una nuova forma di sodalizio fra lavoratori, che ricondusse a sé tutte le iniziative e le attività fin lì svolte dalle Società di Mutuo Soccorso: cooperazione, cultura, mutualità, lotta politica e sindacale. Fu proprio nel settembre del 1944 che nasce il nostro Circolino, infatti l’ex Casa del fascio di via Settignanese diventò Circolo Ricreativo Casa del popolo Raffaello Andreoni.

Raffaello Andreoni era un partigiano, abitante nelle case popolari, ucciso appena ventenne.
A maggio del 1945 si festeggiò al circolino la fine della guerra, cantando e ballando e con l’impegno e la speranza in un futuro migliore, più giusto, libero e democratico. Dirigenti e soci si impegnarono e ben presto il circolo divenne non solo un luogo di ritrovo ma anche e soprattutto la sede di attività ricreative, sportive, politiche e culturali. Fu allestita una biblioteca attiva fino agli anni ’70.

Nel 1952, in seguito ad una deliberazione del governo di allora che imponeva il pagamento dell’affitto per l’uso dei locali, fu deciso l’acquisto del terreno e la costruzione del nuovo Circolo, proprio dove si trova adesso. Tutto ciò fu possibile grazie ai soci, alle sottoscrizioni e al lavoro dei volontari. Il 23 ottobre 1955 alla presenza del presidente Piero Boninsegni, di Giovanni Pieraccini, di Orazio Barbieri, dell’On. Guido Mazzoni e della madre di Raffaello Andreoni venne inaugurato il nuovo Circolo. L’attività del Circolo, da allora, non si è mai arrestata e tal continua fino ai giorni nostri.

Certo Coverciano non è più la grande distesa verde di un tempo, l’urbanizzazione massiccia degli anni ’60 e ’70 ne ha cambiato il volto ma il Circolino è sempre lì a ricordarci il tempo e la storia luogo di incontro, di cultura e soprattutto di relazioni sociali.

Maria Cristina Calamai

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: