Una pessima notizia

“Svendita totale per chiusura attività”. Così recita un cartello affisso in via Carnesecchi.

Chiude un negozio che da quasi 19 anni è un punto di riferimento per gli appassionati di antiquariato e per il quartiere intero.

antiquariato via Carnesecchi
La soffitta della Nonna, negozio di antiquariato.

“Purtroppo dopo quasi 19 anni siamo costretti a chiudere il nostro negozio” ci confessa Graziella Pestelli Guidititolare del negozio La soffitta della nonna. “Un’attività inventata per passione, quasi per gioco, ma che nel corso degli anni è diventata un punto di riferimento e di incontro per molte persone. Siamo orgogliosi di aver avuto tra i nostri clienti anche americani, australiani, giapponesi, persone di tutta Europa ed anche un museo di New York”. 

Non è il solo caso: si tratta di una tendenza nazionale. Sono proprio le piccole attività sebbene capaci ad adattarsi al contesto e come nel caso de La soffitta della Nonna a primeggiare quelle più a rischio, quelle penalizzate dalla crisi prima e dalla poca crescita degli ultimi anni.

Come dichiarato da Patrizia De Luise presidente di Confesercenti: “Per le piccole superfici commerciali il 2018 ha segnato un passo indietro: nei primi 9 mesi abbiamo realizzato 900 milioni di vendite in meno rispetto allo stesso periodo del 2017. La spesa delle famiglie non si è mai ripresa veramente dagli anni della crisi e continua ad essere molto debole (…)”Sempre sulle vendite si legge: “(…) Se per la grande distribuzione stimiamo, in volume, una crescita dello 0,3%, per le imprese operanti su piccole superfici si evidenzia una caduta di 1,8 punti percentuali mentre prosegue, inarrestabile, la crescita del commercio online: oltre il 12% anche in volume, sempre in questi 10 mesi”.

Per le imprese operanti su piccole superfici si evidenzia una caduta di 1,8 punti percentuali.

dichiara Patrizia De Luise di Confesercenti

“Il dato ormai quasi acquisito, salvo grandi sorprese nei due mesi mancanti alla chiusura d’anno, delinea dunque una situazione in cui le piccole imprese si avviano a perdere un altro 2% di vendite. Una flessione che si inserisce in un quadro negativo per i consumi il cui declino, insieme alla marcata contrazione degli investimenti, è indicato dall’Istat tra le cause principali dell’arretramento del PIL nel terzo trimestre dell’anno”.

“Siamo contenti” aggiunge Graziella “di aver fatto parte di un pezzetto di storia del grande Campo di Marte”. Ed è proprio così: un negozio, una piccola attività come questa diventa un punto di riferimento per la comunità. “Vi aspettiamo in negozio per salutarvi di persona. Grazie a tutti per questi anni trascorsi felicemente insieme. Un abbraccio a tutti voi”.

LS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: