Sassuolo-Fiorentina: il pre-partita della sfida al Mapei

Pioli contro De Zerbi, Berardi contro Chiesa. Un Babacar ritrovato contro una Fiorentina affetta da pareggite.

Uno snodo decisivo per la stagione viola. Tutte le suggestioni della sfida di domenica alle 12:30 al Mapei

Fa un certo effetto vedere il Sassuolo in classifica davanti alla Fiorentina. Non è un bell’effetto per i tifosi viola. E pensare che quando nel 2013-14 la società neroverde si affacciò alla serie A, molti pensarono a una meteora, destinata in fretta a tornare nel magma infernale delle serie inferiori. Ma grazie soprattutto a una solida struttura societaria, adesso il Sassuolo può vantarsi di poter guardare dall’alto in basso molte società blasonate, anche ex campioni d’Italia. Non sappiamo se questo è accaduto più per demerito delle nobili decadute oppure per merito della società del potentissimo patron Squinzi. Comunque, è certo che a questa partita il Sassuolo arriva con una salute mentale migliore di quella della Fiorentina, se non altro perché i ragazzi di De Zerbi non hanno quel bisogno impellente di fare punti che invece attanaglia in questo momento i giocatori viola.

La Fiorentina non può permettersi nemmeno mezzi passi falsi (basta pareggi). I punti perduti malamente per strada cominciano a essere troppi, come del resto i gol mancati per incapacità o sfortuna (molto della prima e poco della seconda). Ci pensi Pioli a suonare la carica, visto che la società appare assente o distratta. Non sono più permesse distrazioni. E nemmeno rimpianti per due ex che oggi farebbero maledettamente comodo alla causa viola, Matri e Babacar, non fenomeni, certo, ma che comunque potrebbero mandare Simeone a meditare in panchina (però rimpiangere Babacar e Matri fa un certo effetto)

Partita difficile, quindi, non solo per l’avversario, ostico, ma anche per l’inquietante domanda che si fa strada nella mente dei giocatori viola: cominciare a guardarsi le spalle o ricominciare a guardare avanti?

Si gioca domenica al Mapei Stadium di Reggio Emilia nell’orario più squinternato che mente televisiva abbia mai partorito, le 12:30. La partita la trasmette DAZN.

Duccio Magnelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: