Ciao Davide

Ospitiamo il contributo scritto un anno fa dal nostro Duccio Magnelli per il Brivido Sportivo: "Il capitano è sceso dalla nave, in silenzio, una notte di marzo. Con il favore del buio si è allontanato per strade misteriose, lasciando tutti attoniti e sgomenti. E, incredibilmente soli. Si, perché finita la fase del dolore lancinante e... Continue Reading →

Featured post

Guardiamoci alle spalle

di Duccio Magnelli La Viola sorprende sempre i suoi tifosi. L’arrivo di Prandelli, l’onda di entusiasmo che aveva accompagnato l’esonero di Iachini, l’arrivo al Franchi del Benevento, squadra reduce da una lunga serie di sconfitte e con la peggior difesa della serie A, il cambio di modulo, visto che ormai tutti erano diventati allenatori ed... Continue Reading →

A Cesare Prandelli, con immutata stima

di Duccio Magnelli Arriva Prandelli e la Firenze viola si rianima. Sarà il ricordo di un tempo che fu, molto lontano, troppo lontano anche nel ricordo. Un tempo bellissimo, forse l’ultimo così entusiasmante, quello che accompagnò le gesta della Fiorentina dal 2005 al 2010. Un tempo fatto di penalizzazioni, ma anche di risultati oltre ogni... Continue Reading →

Senza titolo (come la partita)

di Duccio Magnelli Dicono che in un periodo difficile come questo una partita di calcio dovrebbe avere la funzione terapeutica, per novanta minuti più intervallo, di allontanare la tristezza. Bene. La gara di sabato sera tra Parma e Fiorentina ha clamorosamente fallito l’obbiettivo. Anzi, sembra che molti tifosi viola, in una spaventosa e incurabile crisi... Continue Reading →

In attesa di tempi (speriamo) migliori

di Duccio Magnelli La Fiorentina di Roma dura circa sette minuti. Non un inizio scoppiettante, di questi tempi sarebbe chiedere troppo, ma qualcosa di dignitoso, che poteva fare ben sperare. Poi, sarà stato di certo il silenzio quasi seducente dell’enorme catino dell’Olimpico, la Viola si è addormentata. I giallorossi, niente di trascendentale ma almeno loro... Continue Reading →

Una vittoria scacciapensieri

di Duccio Magnelli Nel silenzio del Franchi (mille persone fanno poco rumore. La prossima volta non ci saranno nemmeno loro, perché la sfida con il covid è ben lungi dall’essere vinta) Iachini salva la panchina, in una partita in cui l’unica cosa importante era il risultato. Una volta l’Udinese non avrebbe fatto paura. Ma dopo... Continue Reading →

La parola al campo

di Duccio Magnelli Il “peso” Chiesa ce lo siamo tolto, adesso voleremo più leggeri. Sembra abbia detto, più o meno, il direttore sportivo della Fiorentina Daniele Pradè in merito alla cessione del giocatore alla Juventus. Se peso era, adesso se lo è accollato la Vecchia Signora e quindi il problema, da parte viola, è risolto.... Continue Reading →

Senza Ribery il buio

di Duccio Magnelli Alla fine di Fiorentina-Sampdoria resta nella mente di tutti i tifosi viola un dubbio atroce: ma davvero il gioco della Viola dipende tutto da un immenso campione francese, però molto più vicino ai quaranta che ai trenta? Perché questi giovanotti di bellissime speranze venerdì sera in campo sembravano tutti orfani. Ribery non... Continue Reading →

Come Italia-Germania

di Duccio Magnelli Sabato sera sembrava di essere tornati indietro di 50 anni, ai tempi di Italia-Germania. Chissà se anche a San Siro metteranno una targa ricordo come fecero all’Azteca di Città del Messico. Partite del genere ti fanno odiare e amare il calcio nello stesso tempo. Odiarlo perché magari hai perso, amarlo perché l’adrenalina... Continue Reading →

Fiorentina, buona la prima

di Duccio Magnelli La Fiorentina vince la prima partita del post Covid (post si fa per dire, ma è soprattutto un augurio per il futuro) e si ritrova per una mezza giornata, complice anche il pareggio fra il Verona e una Roma spuntata (ma pali e traverse l’hanno fatta da padroni), in testa alla classifica... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑